Planning per insegnanti per il nuovo anno scolastico

Share

Le scuole sono chiuse, ma gli insegnanti sono impegnati a programmare tutti i dettagli per il nuovo anno scolastico.
Ecco un elenco di cose che non si possono assolutamente tralasciare:

Un diario. 

Per ogni anno scolastico è indispensabile avere una agenda su cui, alla fine di ogni giornata, annotare pensieri e impressioni sugli eventi del giorno. C’è stata una lezione che è andata particolarmente bene, o particolarmente male? Perché? C’è stato un comportamento indisciplinato? Come lo hai gestito? Scrivere ti aiuterà a tenere traccia dell’evoluzione dall’inizio dell’anno e a trovare strategie alternative.

Un calendario per appuntamenti personali.

L’agenda serve per ricordarti le riunioni programmate, ma può essere utilizzata per documentare anche gli eventi non programmati che si verificano durante il giorno e spesso tornano a perseguitarti settimane dopo. Potresti pensare che non dimenticherai mai il giorno in cui il padre di Dante ha chiamato per lamentarsi di qualcosa (la prima volta!), o che la madre di Tamara si è fermata per chiedere un chiarimento sulla valutazione, o cosa hai fatto quando Pablo ha fatto sanguinare il naso di Giulio nel parco. Ma lo farai… Purtroppo con tanti eventi è facile che qualcosa passi di mente! Annota immediatamente i fatti importanti nel tuo diario. E tieni il diario dentro, non sulla tua cattedra! 😀

Un kit di sopravvivenza personale.

Conservare (fuori dalla portata degli studenti!) un kit di sopravvivenza con oggetti personali. Includere oggetti come un piccolo set da cucito (quelli degli hotel, per intenderci!), spille da balia, bende e cerotti, creme, snack, bustine di tè o caffè istantaneo (per quando la macchinetta sarà rotta!), acqua in bottiglia, mentine e caramelle, fazzolettini, disinfettante per le mani, qualche indumento di ricambio, e qualsiasi altro oggetto che renderà i giorni cattivi e le “catastrofi” un po’ più facili da affrontare. Nessuna di queste cose è assolutamente necessaria per il tuo successo come insegnante, naturalmente, ma averle a portata di mano renderà la tua vita molto meno stressante.
Una robusta borsa di tela per tenere tutto dentro.

PREPARA IL TERRENO

Ti sentirai molto meglio ad affrontare quel primo giorno di scuola se spenderai un po’ di tempo a familiarizzare con la scuola e con le persone con cui lavorerai. Prima dell’inizio della scuola:

Familiarizza CON gli ambienti della scuola.

Sì, lo so, probabilmente sei ancora occupata con l’ultimo ricorso per far valere i tuoi titoli o i tuoi anni di servizio… Forse fino a settembre non saprai dove andrai ad insegnare… Ma se puoi e riesci, visita i luoghi della scuola, magari accompagnata da un insegnante che si offre. Individua i bagni (non solo quello più vicino alla tua classe!), la palestra, la sala insegnanti, le macchinette delle bevande, l’aula multimediale e l’infermeria. Nota dove sono in relazione alla tua classe. Chiedi dove sono tenute le risorse comuni a tutte le classi. Osserva l’attrezzatura audiovisiva e chiedi informazioni sulle procedure di utilizzo.

Visita il sito Web della scuola.

Un sito web scolastico può fornire preziose informazioni sulla scuola e sulla comunità, nonché informazioni su ciò che ci si aspetta da studenti e insegnanti.

Conosci le politiche scolastiche.

Informati sulle collaborazioni con gli enti del territorio, con il comune e con le associazioni di volontariato. Scopri le ragioni di eventuali politiche scolastiche che sembrano non avere un senso. Ogni scuola ha una sua storia e dei problemi… 😉 Cerca di scoprire queste dinamiche con discrezione!

Fai amicizia con il personale di supporto scolastico.

Sono i migliori amici che un insegnante possa avere. Ricordati i nomi e chiedi informazioni sulle presenze e sulle procedure per il conteggio del pranzo, se non ne sei sicuro. Spiega chiaramente che ti aspetti di commettere errori e che potresti disturbarli spesso. Chiedi come puoi rendere le loro vite più facili. Porta dei dolcetti!

Cerca un insegnante amico.

Scegli un insegnante del tuo team o di un’aula vicina e chiedi se potrà rispondere alle tue domande o darti consigli durante le prime settimane di scuola. Fai sapere all’insegnante che accetti suggerimenti e vuoi imparare.

PREPARA LA TUA AULA

La tua classe sarà la tua “casa lontano da casa” per i prossimi nove mesi. Vorrai che rifletta la tua personalità, la tua filosofia educativa e i tuoi obiettivi per gli studenti.

Preparare le “bacheche“.

La maggior parte delle tue bacheche (luoghi di esposizione) dovrebbe essere riservata al lavoro degli studenti. Scegli il posto adatto e copri le superfici con carta di grandi dimensioni o un tessuto robusto e aggiungi un titolo e una grafica appropriata. La bacheca si arricchirà ogni mese con qualche nuovo contenuto. Puoi riservare uno spazio anche ad una bacheca studentesca (Per farla partire, inizia con un “post” autobiografico di te stesso! ⇒ guarda la scheda di conoscenza “Facebook school”!). Per gli studenti più grandi, riserva una sezione della bacheca per esporre il programma della giornata o della settimana, gli obiettivi, i compiti in classe, i compiti a casa e gli eventi imminenti. Un’altra sezione della stessa bacheca può contenere un registro delle responsabilità degli studenti e una cartella delle schede (per gli studenti assenti).

Imposta l’aula.

Cattedra e banchi possono essere organizzati in diversi modi, a seconda del tuo stile di insegnamento. Potrai trovare alcune delle sistemazioni più comuni, insieme a una discussione sui vantaggi e gli svantaggi di ciascuno in un prossimo articolo che scriverò (iscriviti alla newsletter, così riceverai l’articolo!).
Assegna i posti, almeno inizialmente. Ti aiuterà a imparare i nomi degli studenti, a stabilire il rispetto reciproco e a mantenere il controllo della classe.

Chiedi dove si trova il materiale per gli studenti.

A seconda del livello dei tuoi studenti, potresti aver bisogno di carta e cartoncini, matite, pastelli, tempere e acquerelli, forbici, colla, carta, righelli o calcolatrici. Avrai anche bisogno di libri di testo aggiuntivi e possibilmente di libri di esercizi diversi da quelli adottati.

Procurati materiale per insegnanti.

Probabilmente avrai bisogno (tra l’altro!) di penne e pennarelli, di una graffatrice e di graffette, di fermagli, di nastro adesivo, di elastici, di buste trasparenti, di cartelline di cartone, di una guida di programmazione, di una tabella per segnare i posti a sedere…

Prepara una cartellina di materiali per gli studenti da portare a casa il primo giorno.

Potresti includere schede per il comportamento durante le emergenze, una lettera di benvenuto o bentornato, un calendario che mostra il programma delle lezioni speciali e gli eventi imminenti…

Scegli libri da leggere.

Prendi l’abitudine di leggere ad alta voce ai tuoi studenti, per alcuni minuti ogni giorno, sin da quando sono piccoli!

PREPARA I GENITORI DEI TUOI STUDENTI

Stabilisci fin da subito un rapporto di lavoro collaborativo con i genitori dei tuoi alunni.

Questo è particolarmente importante per qualsiasi insegnante, ma è essenziale per l’insegnante del primo anno di ogni ciclo scolastico. Puoi scrivere una lettera di benvenuto per i genitori di ogni studente della tua classe. Invia le lettere una o due settimane prima dell’inizio della scuola. Se non è possibile, consegnale agli studenti il ​​primo giorno di scuola. Potresti includere informazioni su di te, un elenco di materiali di consumo che gli studenti dovranno portare da casa (se non è già stata data una lista prima), un programma delle attività di apertura, istruzioni per i colloqui con i genitori, le telefonate, una breve panoramica delle regole della classe, una panoramica del programma che verrà affrontato, il numero di telefono della scuola e l’indirizzo e-mail.
Assicurati che il tuo dirigente o un altro insegnante con anzianità nella scuola verifichi le lettere di benvenuto prima di spedirle. Conoscono meglio le politiche della comunità e della scuola e sono in una posizione migliore per valutare se la tua lettera è efficace e appropriata.

ARRIVA IL GRANDE GIORNO!
Ora cosa fare?

• Quella mattina arriva presto! Dai un ultima occhiata alla classe. Accendi le luci e apri le tapparelle, controlla il numero dei banchi e delle sedie.
• Accogli studenti alla porta. Presentati e accoglili col sorriso!

• Comincia subito con le attività che avevi programmato!
• Aiuta gli studenti a preparare le loro targhette col nome.

• Riesamina, spiega e discuti con gli studenti le regole e le procedure scolastiche.
• Lavora con loro per modificare o ampliare l’elenco di regole (e le conseguenze se non vengono rispettate)
• Durante la lezione spiega e pratica le routine di classe.
• Scatta foto di studenti al lavoro e mentre giocano. Salvale per la presentazione delle attività ai genitori e per le bacheche degli studenti.
• Discuti gli obiettivi e scopri le aspettative degli studenti.

• Cerca di includere un’attività che offre agli studenti l’opportunità di interagire o risolvere i problemi insieme.

Ti è piaciuto questo articolo? Hai una domanda? Lascia un commento e/o iscriviti alla newsletter! Wink

Share
Precedente Rai radio kids, un'estate in compagnia! Successivo La disposizione dei banchi nella classe influenza l'apprendimento

Un commento su “Planning per insegnanti per il nuovo anno scolastico

  1. Alessia il said:

    Stupendo! Suggerimenti importantissimi…oserei dire “vitali” e liberante.
    E soprattutto offerti con simpatica sapienza ed umiltà.

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.