La tabella del buon comportamento

Share
Care mamme, educatrici, insegnanti… Oggi vi voglio parlare di uno strumento semplicissimo che può aiutarci nella gestione dei bambini: la tabella del buon comportamento.

>>>scarica la Tabella del buon comportamento !<<<


Tutti i bambini, non solo quelli cosiddetti “problematici”, hanno dei momenti difficili e, a volte, non vogliono fare cose necessarie per la loro salute e il loro benessere, come mangiare, lavarsi, dormire, ecc.

Con bambini dai 3 anni in su (con i più piccoli è necessario adottare altri incentivi), potete utilizzare questa tabella, che presenta quattro azioni fondamentali della giornata dei bambini.

Come si “costruisce” la tabella del buon comportamento?
  1. Stampa e plastifica la pagina con la tabella e quella con le stelle e il premio
  2. Appendi la tabella al muro, ad altezza bambino e in un luogo che frequenta spesso
  3. Ritaglia le stelline e il premio e mettili in un luogo a portata di mano, ma fuori dalla portata del bambino

Ho strutturato volutamente la tabella con solo due colonne, per facilitarne la lettura e l’utilizzo. Le stelle e il premio andranno attaccate (con un pezzetto di scotch arrotolato o il velcro adesivo) e staccate ogni volta che tutti gli obiettivi sono stati raggiunti e il premio conquistato! Riutilizzandole possiamo risparmiare carta e tempo 😉

Come si utilizza la tabella del buon comportamento?
  • Parliamo con il bambino e stabiliamo i comportamenti che ci aspettiamo per ciascuna voce rappresentata in tabella. Per esempio, per il momento della nanna, possiamo chiedere di non tardare oltre l’orario stabilito, oppure di rimanere nel proprio lettino tutta la notte.
  • Ogni volta che il comportamento atteso si manifesta, incolliamo subito la relativa stellina.
  • Quando tutti gli obiettivi saranno stati raggiunti, il premio è stato conquistato!
  • Potete decidere se concordare in anticipo il premio, oppure se fare una sorpresa. Potete decidere il valore del premio in base alla difficoltà che il bambino incontra nel raggiungere gli obiettivi.

Se hai un bambino più grande e i comportamenti rappresentati non sono quelli che fanno per voi, scrivimi, preparerò una nuova tabella del comportamento!

I comportamenti rappresentati dovrebbero essere azioni semplici (“singole”), che si concludono in pochi minuti. Se il nostro obiettivo sarà, per esempio, chiedere al bambino di svolgere i compiti, dobbiamo suddividere l’azione in azioni più semplici.

Hai una classe e vuoi utilizzare questo strumento? Scrivimi nei commenti qui sotto, realizzerò una tabella adatta allo scopo!

Ti è piaciuto questo articolo? Hai una domanda? Lascia un commento e/o iscriviti alla newsletter! Wink

Share
Precedente Tombola delle emozioni Successivo Storia di Iqbal: riflessioni della 2^C - IC "IV Novembre" di Mariano Comense

Lascia un commento

*

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.