I libri sensoriali: guardo, tocco, annuso… provo!

Share

I libri sensoriali sono piccole raccolte di materiali ed esercizi, indirizzati a bambini a partire dai 4-6 mesi (fino a 5-6 anni, a mio parere).

Richiamano le attività quotidiane e mirano a sviluppare i sensi e le abilità del bambino. I libri si possono realizzare seguendo le linee pedagogiche munariane e montessoriane, e rappresentano uno strumento attraverso il quale possiamo rispondere alla richiesta del bambino: “aiutami a fare da solo“, come amava affermare Maria Montessori.

Maestra Silvia materialeLe pagine sono di stoffa e i materiali utilizzati all’interno sono dei più svariati: diversi tipi di stoffe, ecopelle, fili, nastri, velcro, bottoni e… Chi più ne ha, più ne metta!

Io ne ho cuciti due finora, uno per Caterina, una bimba di 7 mesi; e uno per Viola, di 19 mesi. Il primo é pensato per sviluppare il tatto e l’olfatto; il secondo invece é più “concettuale”! Naturalmente ogni libro rispecchia gli interessi e l’età delle bambine.

Ecco quello per Caterina:

La prima pagina si guarda, si tocca e si ascolta: sotto alle figure si nasconde la carta dell’uovo di Pasqua, che sollecitata produce il caratteristico scricchiolio.

La seconda pagina è da esplorare: sotto alle “bolle” (carta pallinata da imballaggio) ci sono tre pesciolini, che si possono staccare e riattaccare nella posizione desiderata (grazie al velcro). Le nuvole sono in ecopelle, mentre il sole è realizzato con una stoffa zigrinata.

Le tre pagine seguenti sono realizzate con una velina rossa (come quella dei confetti!), che lascia intravedere e odorare le spezie.

Infine, una pagina per l’esplorazione tattile: un cartoncino ondulato, un pezzetto di velcro (la parte ruvida), un quadretto di stoffa plastificata rossa e un quadretto di stoffa scamosciata.

Il libro per Viola è più operativo:

A Viola piacciono molto i cellulari, quindi…ecco il suo personale telefono: tre buste nelle quali inserire le foto delle persone da “chiamare”, e uno schermo plastificato nel quale inserire il contatto!

Nella seconda pagina vengono ripetuti i tre numeri, ma associandoli a delle palline, come nel pallottoliere.

La terza pagina aiuta a far pratica nell’infilare i bottoncini nelle asole.

Le ultime due pagine hanno i nastrini come protagonisti: una bambina da pettinare (codini, trecce, …) e un “ricamo” da infilare e sfilare a piacimento.

 

Ti sono piaciuti i miei libri sensoriali? Lascia un commento! 😉

Ti è piaciuto questo articolo? Hai una domanda? Lascia un commento e/o iscriviti alla newsletter! Wink

Share
Precedente "Non mi piace!", ovvero: bambini che non vogliono mangiare. Successivo Quiet book (libro sensoriale) per Aurora, 5 anni

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.