Accento: quando si usa? Spiegazione, esercizi e giochi per bambini

Share

3. Riflettiamo: esercizi

Maestra Rosalba, sul suo sito crescerecreativamente.org, propone un esercizio e cita una frase del testo Progetto A.BA.CO (Giunti), che riporto:

La mamma prepara un ottimo pure/purè
Ogni mattina il papà mi saluta con un baciò/bacio.
Sulla finestra si è appoggiato un passero/ passerò.
Carlo salì sul trampolino e si tuffò/tuffo in piscina.
I calciatori iniziano la partita al fischio/fischiò dell’arbitro.
Gli alunni devono prima di scrivere seguire il ragionamento logico, individuare la parola giusta, sceglierla fra le due e inserirla nella frase. Fatto questo devono spiegare ad alta voce il perchè la parola scartata non va bene e cosa significa. Questo passaggio è fondamentale per la comprensione dei significati. La scelta non deve un semplice gesto meccanico e ripetitivo ma frutto di un processo di comprensione. Un accento cambia il significato di tutta una frase e già dalla classe prima l’alunno deve essere in grado di intuire il perchè. Durante queste attività la concentrazione di tutti deve essere alta.

Ti è piaciuto questo articolo? Hai una domanda? Lascia un commento e/o iscriviti alla newsletter! Wink

Share
Precedente ITALIANO classe terza: contenuti ed abilità da apprendere Successivo INVALSI 2014: ecco i risultati delle prove

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.