Crea sito

Accento: quando si usa? Spiegazione, esercizi e giochi per bambini

Share

9. Acuto e grave

acuto-graveDato che al giorno d’oggi la maggior parte degli scritti viene battuto a macchina, è utile conoscere la distinzione fra il simbolo dell’accento acuto e quello dell’accento grave. L’accento che va dall’alto verso il basso si chiama grave, quello che va dal basso verso l’alto si chiama acutoL’esempio più chiaro è quello riportato sul tasto della lettera è-é. come si può vedere l’inclinazione dell’accento è opposta. Cosa cambia? La pronuncia: nel primo caso (è) il suono è “aperto” (accento grave), come nelle parole caffè, cioèècittà Invece, nel secondo caso, l’accento acuto è presente in quelle parole che hanno una pronuncia “chiusa/stretta”, come: perché, affinché, benché, cosicché, finché, giacché, né, nonché, poiché, purché, sé (quando è pronome: “Marco pensa solo a “), sicché, ventitré e tutti i composti di tre (trentatré, quarantatré, centotré, ecc.); infine, le terze persone singolari del passato remoto di verbi come battere, potere, ripetere, ecc.: batté, poté, ripeté, ecc. Queste sono le pronunce “ufficiali” della dizione italiana, ma le differenze regionali influiscono – a volte in maniera contraria – sugli accenti.

← Torna alla home • Vai alla pagina successiva →


Ti è piaciuto questo articolo? Hai una domanda? Lascia un commento e/o iscriviti alla newsletter! Wink

Share

Pubblicato da Maestra Silvia

Blog personale di maestra Silvia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Il blog di maestra Silvia è stato realizzato da Salvatore Noschese - L'AltroWeb | Accedi 🔒