Domino delle emozioni

Share

Vi ricordate il gioco che ho preparato per l’inizio dell’anno scolastico?

Ora vi presento il domino collegato!

» SCARICA GRATUITAMENTE IL DOMINO DELLE EMOZIONI! «

Ho preparato anche la tombola, ma vi consiglio di cominciare dal domino, perché questo permetterà meglio ai bambini di imparare ad esprimere correttamente i vocaboli associati ai disegni e poter essere preparati a riconoscerli.

Vi suggerisco, prima delle attività, di stampare i cinque volti completi e di plastificarli e appenderli in bella vista. ⇒ Scarica i volti delle emozioni

Ecco i miei suggerimenti di utilizzo del domino:

Create dei piccoli gruppi (3/4 bambini) e cominciate ad osservare i volti ingranditi (link qui sopra), facendovi suggerire quali emozioni esprimono. Guidate i bambini e assicuratevi che focalizzino la loro attenzione sull’espressione sia degli occhi, sia della bocca.

Pronunciate più volte il vocabolo dell’emozione associato e chiedete anche ai bambini di ripetere. Quando sono diventati sicuri nell’associazione fra volto ed emozione, scegliete 4 o 5 tessere del domino e fate notare le immagini, chiedendo a quale emozione si possono associare.

Se i bambini hanno difficoltà a concentrarsi sui singoli disegni della tessera del domino, stampate le figure degli occhi e delle bocche separate e mostratele una per volta. ⇒ bocca + occhi – emozioni separate

In questa fase trovate degli espedienti per rendere il gioco divertente (es. “chi dice per primo questa emozione vince uno smile!”, oppure, “pescate una tessera [in questo caso sarà una tessera singola, di quelle che trovate nel link qui sopra] e correte ad attaccarla al volto corrispondente, pronunciando il nome dell’emozione!”). Le attività non devono mai risultare troppo lunghe o noiose!

Quando i bambini sono in grado di associare con sicurezza il vocabolo dell’emozione all’immagine relativa, potete iniziare col gioco del domino. Consiglio di utilizzare prima solo una parte delle tessere, poi – le volte successive – aggiungere tessere per aumentare la difficoltà del gioco.

Il domino che ho preparato è composto da 40 tessere. Se volete aumentare il numero, stampatelo due volte. Vi consiglio di incollare le tessere sul cartoncino colorato e plastificarle, in modo che possano durare di più!

  • Distribuite 6 tessere per ciascuno bambino (oppure meno, se i bambini sono piccoli) e lasciate le rimanenti sul tavolo con la faccia coperta (potete dimezzare il mazzo, se ritenete che la difficoltà sia eccessiva per i bambini piccoli).
  • Estraete a sorte il primo giocatore e continuate in senso orario. I bambini devono attaccare una tessera che abbia una immagine uguale ad una delle estremità delle due tessere “libere” sul tavolo.
  • La forma che si andrà a creare sarà quella di un “serpente”, che ha inizio dalle due estremità della prima tessera. Non si può chiudere la figura. Se un giocatore non ha tessere utili da attaccare, pesca dal mazzo ed eventualmente passa il turno. Vince il primo che rimane senza tessere. In situazione di stallo (nessuno ha una tessera utile da attaccare), vince chi ha meno tessere in mano.
  • Ad ogni tessera che si abbina, è importante che il bambino pronunci ad alta voce il nome dell’emozione (ad esempio, “occhi gioiosi” o “bocca rabbiosa” [attenzione agli aggettivi: ad esempio sarà “occhi impauriti” e non “occhi paurosi”! Fate riflettere sulla differenza i bambini più grandi]). Questa regola potete introdurla una volta che i bambini hanno preso confidenza con le regole del gioco.
Vi è piaciuto questo gioco? Un commento ripagherà i miei sforzi! 🙂
Hai avuto dei problemi durante il gioco? Scrivimi, mi aiuterà a migliorarlo!

Ti è piaciuto questo articolo? Hai una domanda? Lascia un commento e/o iscriviti alla newsletter! Wink

Share
Precedente Video direzionalità lettere dell'alfabeto in corsivo minuscolo Successivo Tombola delle emozioni

Lascia un commento

*